FORD - #DontEmojiAndDrive

 

La campagna, nata in occasione del World Emoji Day e con la quale è stato vestito lo

skyline dello stand Ford alla Games Week, si articola in una serie di grafiche costruite con

la tecnica del mosaico: le emoticon costituiscono i ‘pixel’ di immagini più ampie in cui

sono raffigurati un bambino, un anziano e un cane, tra gli utenti più vulnerabili della

strada. Il messaggio veicolato suggerisce che anche una semplice emoticon inviata alla

guida può nascondere un rischio, specialmente per le categorie più indifese di chi popola

le strade. I visitatori della Games Week potranno registrarsi allo stand Ford e posare per

una foto che riceveranno, ‘emojizzata’ in tempo reale, sotto forma di badge e in formato

elettronico, inviato sul proprio dispositivo mobile. La foto ‘emojizzata’ potrà poi essere

condivisa sui social per contribuire a diffondere i temi della responsabilità alla guida

promossi da Ford.

#DontEmojiAndDrive ricorda agli automobilisti che anche solo inviare un’emoticon,

le note ‘faccine’ delle app di messaging, è una pericolosa fonte di distrazione che può

avere serie conseguenze per se stessi e per gli altri