FERROVIE DELLO STATO - HELP CENTER

Gli Help Center sono il primo grande progetto di solidarietà che FS Italiane ha realizzato, in collaborazione con gli Enti locali e il Terzo Settore, per affrontare e gestire i fenomeni di disagio sociale presenti nelle stazioni. Sono sportelli di ascolto “a bassa soglia”, cioè privi di filtro all’ingresso, situati all’interno e/o nelle zone limitrofe delle stazioni ferroviarie che orientano le persone in difficoltà verso i servizi sociali della città (centri di accoglienza, comunità terapeutiche, associazioni specializzate) per elaborare percorsi mirati di recupero e reinserimento sociale. Il modello d’intervento degli Help Center offre alle persone in stato di disagio un’alternativa concreta al “vivere” in stazione e al cronicizzarsi del disagio sociale. Per la creazione degli Help Center, concediamo locali all’interno delle stazioni o nei pressi delle stazioni ferroviarie, in comodato d’uso gratuito ad associazioni ed enti che si occupano di marginalità ed emergenza sociale (ad oggi sono stati dedicati circa 15.000 mq di spazi). Nel processo di ampliamento della rete degli Help Center si sono inserite nel tempo anche altre imprese socialmente responsabili come Enel, tramite Enel Cuore, e IKEA. Attualmente gli Help Center, presenti in modo capillare su tutto il territorio nazionale, sono 15 e costituiscono una vera rete di supporto alla lotta al disagio sociale coordinata dall’Osservatorio nazionale sul disagio e la solidarietà nelle stazioni (ONDS, www.onds.it) . Ogni anno l’ONDS redige un Rapporto qualitativo e quantitativo sulle attività degli Help Center, che fotografa non solo lo stato del disagio sociale delle stazioni, ma, attraverso le stazioni, dell’intero Paese. L’Help Center è diventato un modello europeo grazie al progetto “Hope in Stations” finanziato dalla Commissione Europea e altre reti ferroviarie ne stanno prevedendo riproposizioni similari in stazioni importanti come la Gare du Nord di Parigi, Bruxelles Centrale, Sofia, Lussemburgo.

VIDEO