CASSA CENTRALE - NUOVI OCCHI PER I MEDIA

Il progetto “Nuovi occhi per i media” si inserisce nel sistema d’offerta oom+ (ora o mai più), brand che da diversi anni caratterizza i prodotti delle Casse Rurali Trentine rivolti al target 11-20 anni e intende promuovere la filosofia del giovane attivo, creando opportunità e fornendo formazione e strumenti adeguati per crescere.

Nuovi occhi per i media - progetto realizzato in partnership con Formazione Lavoro (società che si occupa di consulenza e formazione all’interno del sistema cooperativo) e Lorella Zanardo1 - nasce dalle pressanti richieste per la mancanza di strumenti concreti di orientamento nella complessità dell’attuale società dell’informazione. In moltissimi paesi europei la media education è oggetto di materia scolastica, si studiano strumenti di lettura e interpretazione di tutte le informazioni che quotidianamente si ricevono da tv, giornali e web.

Di fronte a questo scenario, le Casse Rurali hanno deciso di investire in tale ambito strutturando con Formazione Lavoro un progetto innovativo che permetta alle scuole (medie e superiori), dislocate sul territorio, di richiedere in forma completamente gratuita il percorso educativo Nuovi occhi per i media. Grazie ad un apposito percorso realizzato con l’affiancamento del team di Lorella Zanardo, è stato creato un gruppo di giovani formatori preparato: le scuole hanno la possibilità di scegliere tra alcuni moduli tematici che i formatori sviluppano nelle classi. Le lezioni cercano di fornire gli strumenti per un uso più consapevole dei media attraverso momenti di riflessione tra alunni e insegnanti, con la visione di casi concreti tratti dalle trasmissioni del momento, immagini pubblicitarie, etc.

L’educazione ai media è oggi uno degli strumenti più potenti per creare nei giovani spirito critico e consapevolezza sui messaggi che arrivano dai vari canali di comunicazione e quindi sul mondo che li circonda. È quindi opportuno fornire ai nostri giovani, che trascorrono dalle 8 alle 10 ore della loro giornata davanti a immagini, le competenze nella lettura di esse e della comunicazione mediatica con l’obiettivo di costruire un’opinione propria e obiettiva a riguardo.

La valida iniziativa ha riscosso grande successo formando, nell’anno scolastico 2014-2015, oltre 3.300 studenti di 40 diversi Istituti Scolastici trentini per un totale di 424 incontri tenuti dai giovani formatori che hanno saputo rispondere con entusiasmo e professionalità alle domande di studenti e insegnanti all’interno delle 150 classi. Le lezioni dimostrano come è possibile cambiare il modo di utilizzare i media a disposizione, cercando di essere parte attiva nel processo comunicativo, effettuando un’analisi dei rapporti e dei ruoli cui i ragazzi assistono sugli schermi e sulla “carta”.