A2A - APERTURA E ASCOLTO

Nel 2015 è stato avviato a Brescia un programma di nuove iniziative che A2A, in accordo con

l’Amministrazione comunale, ha programmato per potenziare l’ascolto, la trasparenza e il coinvolgimento

del territorio nella definizione di progetti per migliorare la sostenibilità sociale, ambientale ed economica

del Gruppo nella provincia di Brescia.

Il programma ha previsto quattro iniziative:

1. L’installazione di totem multimediali, collocati in punti strategici della città, per fornire

informazioni e dati sui servizi offerti, relativi al funzionamento del termoutilizzatore, alla qualità

dell’acqua e all’estensione del nuovo sistema di abbattimento del cromo esavalente,

all’avanzamento del progetto di illuminazione pubblica a Led e alla raccolta differenziata dei rifiuti.

I totem integrano il panorama di informazioni di dettaglio rese disponibili da A2A e consultabili on

line attraverso pc, telefoni e smartphone (i siti di A2A e A2A Ciclo idrico per i dati sulle emissioni

del termoutilizzatore e sulla qualità dell’acqua e le app PULIamo e ILLUMINIamo per i servizi

ambientali e l’illuminazione pubblica).

2. La realizzazione del primo “forum multistakeholder”, organizzato sulla base del modello European

Awareness Scenario Workshop, che prevede il coinvolgimento di diverse categorie di stakeholder

nella formulazione di proposte per migliorare i servizi e in generale la comunicazione e il

coinvolgimento del territorio. Il forum di Brescia ha coinvolto 41 stakeholder esterni (clienti,

comunità, associazioni consumatori e ambientalisti, fornitori, imprenditori, associazioni

imprenditoriali, esperti di scienza, ambiente, docenti) per un’intera giornata. Le proposte emerse

dal forum sono state valutate da A2A: cinque sono state selezionate e verranno realizzate nei

prossimi mesi.

3. La pubblicazione del primo Bilancio di Sostenibilità territoriale, il primo di questo tipo in Italia. Il

documento riporta alcuni indicatori chiave (ambientali, economici e sociali) per il territorio

bresciano, identificati anche grazie ai contributi e alle priorità emersi durante il forum

multistakeholder. Nel documento è inclusa anche una sintesi dei risultati e delle proposte del

forum, nonché gli impegni e le iniziative di A2A su tutti i temi rilevanti per il territorio, che

potranno così essere valutati e misurati direttamente dai cittadini.

4. L’avvio di un tavolo di lavoro con l’Università degli Studi di Brescia e Università Cattolica del Sacro

Cuore per promuovere a Brescia una modalità di collaborazione innovativa, moderna, trasparente

ed esportabile in differenti territori. Nell’ambito di tale collaborazione sono in fase di avvio due

programmi di ricerca sulla qualità dell’aria e sulla reputazione percepita di A2A nel territorio

bresciano.